Back to Top

Un desiderio di “rewind”

20 Agosto 2018|400 Views|0 Comments
Un desiderio di “rewind”

“E bastava guardarsi negli occhi”

Durante viaggi alla scoperta di mondi nuovi e  dimensioni alternative emergono i veri talenti, le vere attitudini, gli animi inquieti e quelli in pace, cuori affranti e cuori in corsa, quelli accoglienti e quelli conservati in celle frigorifere.
Tutto fa storia, tutto appartiene ad un vissuto che modella l’atteggiamento, l’espressione, la voce e lo sguardo, quello sconosciuto!

L’elemento che mi lascia un po’ sbigottita è la rapida sostituzione che molti giovani(non tutti) attuano con un’alternativa assai inquietante.
Molto semplicemente voglio intendere ma la bellissima passeggiata mano nella mano o la fantastica fuga da sguardi indiscreti senza aver pianificato nulla, senza che alcool e droghe modifichino l’intenzione trasformandola in una causa, esiste ancora?

Esiste ancora il desiderio di baciare ad occhi chiusi?

bacio-occhi-chiusi

Esiste ancora l’emozione di incontrarsi, conoscersi e lasciare che non finisca mai senza la paura di ritrovarsi in una relazione?
Esistono ancora esseri umani (gli animali in questo sono molto più bravi di noi) che riescano a “rinunciare” ad una serata di balli e sballi per provare ad amare? 
Forse pragmatismi e tecnicismi, utili ed indispensabili all’evoluzione mondiale, hanno reso tutti oggetti con impalcature a sostegno di finte facciate, dove lamore è sesso ed il sesso un gioco di scarto.

Banalmente niente di nuovo, sorprendentemente che ancora non ci sia un ritorno a quell’educazione!
Il “Bianconiglio di Alice” direbbe: “Presto, presto che è tardi!!!”

 

24

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi