Back to Top

Tutto il mondo è paese

22 Gennaio 2019|321 Views|0 Comments
Tutto il mondo è paese

Tolstoy diceva: Tutti pensano a cambiare il mondo ma nessuno pensa a cambiare se stesso!

Hygge-danese

Gli inglesi, loro si che si fanno i fatti propri, i tedeschi, i norvegesi, i danesi con il loro Hygge gli svedesi con Lagom non hanno bisogno di misurare il nostro stile di vita o il tipo di viaggio che faremo per sentirsi meglio o peggio.
Loro viaggiano, mangiano, bevono, ridono, piangono e l’unico punto di riferimento sono se stessi e le proprie possibilità!
Forse riescono anche a condividere la vostra felicità senza peccare di malevolenza e morir di bile, se usciamo da luoghi comuni troviamo questo e ancor di più anche se tutto il mondo è paese c’è un mondo che sa distinguersi per la sua evoluzione!

italiani

Gli Italiani sono work in progress o si stanno ancora barcamenando tra le loro possibilità e capacità e quelle degli altri?
Rosicano dei successi altrui, improvvisandosi grandi consolatori quando le cose vanno male o riescono a trovare un equilibrio che gli permette di confrontarsi senza sentirsi inferiori?
Insomma tra gli scatoloni in cantina troviamo ancora chi è così abile a piangere l’insuccesso dell’amico e pessimo a gioire per la sua felicità, ma 
non è il caso di fingere uno stato d’animo per evitare reazioni poco solidali, forse è più il caso di smettere di frequentare queste antichità che ancora vivono nel paleolitico e non sanno campare di proprie soddisfazioni.
La Regina Madre* Elizabeth Angela Marguerite Bowes-Lyon  adorava l’italiano e aveva imparato a dire..”fatevi i cazzi vostri”! Per lei era un sottile intercalare con quell’accento che pareva chiedesse per favore! Tra un Gin e l’altro esercitava il suo italiano e si era appassionata a certi turpiloqui che…“la mettevano di buon umore!”
Sempre bene prendere spunto da donne così argute e sagge!

Buona riflessione con questa splendida poesia di Goethe:

L’Italia è ancora come la lasciai, ancora polvere sulle strade,
ancora truffe al forestiero, si presenti come vuole.
Onestà tedesca ovunque cercherai invano,
c’è vita e animazione qui, ma non ordine e disciplina;
ognuno pensa per sé, è vano, dell’altro diffida,
e i capi dello Stato, pure loro, pensano solo per sé.
(Johann Wolfgang Goethe)

 

32

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

annadangelo_missannad

Carica di più... Seguimi