Back to Top

Sappiamo chi siamo?

21 Giugno 2018|276 Views|6 Comments
Sappiamo chi siamo?

Cuori solidi perché colmi d’amore generano tribù di amanti, amatori, amati dai quali si avrà le regole più belle da seguire. 

Leggendo..ascoltando..

Crediamo di non sapere quanto tempo ci impiegheremo a percorrere una strada, fingendo di non sapere dove vogliamo andare ma semplicemente non conosciamo quella località e allora non la vogliamo raggiungere.
Usciamo senza una meta, il cuore ci darà le giuste coordinate, e’ il nostro navigatore,  l’anima correggerà l’itinerario se incontreremo difficoltà. Proviamo a perderci, nell’irrazionalità sorgeranno domande e dubbi ma anche certezze e  punti fermi!


Quante volte mi sono domandata che significato avessero i lucchetti di Ponte Milvio.

Amore eterno? E perché dovremmo credere che un lucchetto conservi il nostro amore più di quanto riusciremmo noi? Forse perché per il porto sicuro faremmo qualsiasi cosa ma se va male, ovviamente,  “quel lucchetto ha portato sfiga.” La mente attraverso i pensieri manda messaggi all’universo che ci risponde equamente e correttamente in base alla nostra domanda, lui non sbaglia mai,  noi parecchie volte…ma quante cancellate e balaustre piene di lucchetti!


E le monete nella Fontana di Trevi?* Prosperità e Ricchezza? Davvero una moneta lanciata in una secolare fontana può regalare tutto ciò? Divertente.. se pensiamo che la nostra mente può rivelarsi diabolica di fronte al possesso di un mezzo deviante e allora come dei pessimi attori voltiamo le spalle alla maestosa fontana,  per lanciare un pezzettino di metallo con preghiera successiva.

Il botox e le tette rifatte? Un aspetto migliore, sicurezza, un senso di eternità e un instancabile desiderio di seduzione che si interrompe con la vecchiaia perché farebbe a botte con la saggezza.

Il mostro di Loch Ness?* Forse quello c’è realmente, forse è bastata un’ombra per dimostrare che ci fosse.  Forse, semplicemente, la leggenda nata da quell’ombra ha suggestionato le menti di chi ama vivere un po’ nella mitologia per mistificare la loro noiosa realtà

Storie create dal nostro riflesso di appartenenza ad un mondo al quale non apparteniamo.
Siamo altrove e non ce ne rendiamo conto!

 

 

*meravigliosa descrizione della Fontana di Trevi 
*tra cronaca e leggenda il mostro di Loch Ness
24

6 Comments on this topic

    • Andrea

      22 Giugno 2018 at 4:25 pm

      Un altrove aimé lontanissimo che ci sta portando dritto nel baratro…..

      • Anna

        AUTHOR
        22 Giugno 2018 at 9:11 pm

        E’ proprio così….

        • Eli

          30 Giugno 2018 at 11:37 am

          Non vorrei sentire parlare di baratro. La vita è incertezza e tutti noi lo sappiamo. Ecco perché molti cercano di vivere ogni giorno cogliendo e donando tutto il buono che c’è intorno e dentro di loro. Altri fuggono l’incertezza costruendosi delle effimere certezze. Altri ancora subiscono l’incertezza che vincola ogni loro decisione. Però sono tutte forse di vita e non per forza devono condurre ad un baratro. Si vive in modo diverso perché siamo tutti diversi e non è detto che un modo sia migliore di un altro. La nostra natura e le nostre esperienze di vita ci condizionano ma non è detto che alcuni siano più felici di altri perché vivono in modo diverso e non credo che per alcuni o per altri ci sia poi il baratro.

          • Anna

            AUTHOR
            1 Luglio 2018 at 9:56 am

            Una riflessione che mi piace molto…

    • Lady Swethlana

      24 Giugno 2018 at 9:53 am

      Oggi nuove prospettive di apertura mentale con diramazioni varie su ogni argomento…
      RIFLESSIVO…
      Meraviglioso Grande Anna… bacio

      • Anna

        AUTHOR
        29 Giugno 2018 at 8:13 pm

        Ciao Grazie un bacio anche a te
        Ti mando gli aggiornamenti…sempre per riflettere insieme!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguimi