Attenzione alla data di scadenza!

by Anna D'Angelo

25.11.21

“L’Amore per la Donna, la Donna per l’Amore”

“Quel che pensate sia una questione è un diritto, un dovere, un principio educativo, una legge che supera il concetto morale!”

Che senso ha avere cose belle se poi per paura che non ci siano più non si condividono?
Che valore ha la sensibilità d’animo se non si toglie rabbia, risentimento e sdegnosità ?

Perché l’uomo può mangiare e la donna può solo assaggiare?
Quante di voi hanno digerito ciò che sembrava fresco ma non avevano visto che sotto c’era una scadenza?

Sembra impossibile che alcuni uomini vadano controllati come un vasetto dello yogurt ed eliminati prima che ti proibiscano di condividere ciò che ritengono sia di loro proprietà!

In un brevissimo tempo anche tu diventerai una loro proprietà, non sono consapevoli del fatto che nessuno è di nessuno e che la loro non curata insicurezza e sempre più malata gelosia, li porterà a considerarvi una compensazione  ad un enorme mancata attenzione, ad un grave abbandono, un riflesso di un padre offensivo e sminuente o di una madre assente ed irrispettosa e una lacerante vergogna ad un loro “piccolo sesso”.

Ogni parola pronunciata a riempimento di questi vuoti, ogni gesto compiuto a coprire il loro instabile complesso è una “VIOLENZA” che non può, non deve, non ha ragione di esistere!

L’uomo violento teme l’essenza della forma umana femminile, ha paura della forza emotiva e spirituale della donna. Il suo essere “maschio” è una sorta di difetto di nascita, la sua violenza il suo totale fallimento.
L’uomo violento ha radici profonde, la sua consapevolezza l’unico modo per salvarsi da questo grave disturbo e salvare la Donna dalla sua ferocia.

 

*Associazione Americana contro la Violenza sulle Donne: http://www.evawintl.org

*Associazione Italiana contro la violenza sulle Donne: *https://www.actionaid.it/cosa-facciamo/donne-libere-dalla-violenza

* Libri consigliati: L’amore Rubato di Dacia Maraini Il buio oltre la siepe di Harper Lee

no-violence-against-woman

 

 

Lascia un commento

0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

MissAnnaD

Un blog interattivo dove la scrittura è l’acquerello di tutte le nostre voci perchè scriviamo divertendoci e ci divertiamo scrivendo!
Buon viaggio in sinestesia con MissAnnaD

Se vuoi collaborare con noi

Iscriviti alla newsletter

This error message is only visible to WordPress admins
There has been a problem with your Instagram Feed.

Il meglio del mese…

Libri


Lo spazio delle donne di Danilea Brogi

________________

La mente evolutiva

________________

Avventure della ragazza cattiva
di Mario Vargas Llosa

Film


The Imitation Game

________________

Sempre più bello

________________

The weekend away

Serie TV
Viaggi
Hotel
Ricette
Curiosità

Lo sapete come è nata la Guida Michelin?

La guida Michelin fu ideata da due fratelli, Édouard e André Michelin, nel 1898, nove anni dopo la fondazione dell’omonima Fabbrica di Pneumatici francesi. I due iniziarono quasi per gioco a redarre un piccolo breviario che rendesse più piacevole lo spostamento degli allora pochi automobilisti francesi.
Il piccolo libretto di quattrocento pagine, scritto dai fratelli Michelin, conteneva diverse informazioni: stazioni ferroviarie, medici e farmacisti, meccanici e benzinai, e naturalmente gommisti, collocati in almeno 2000 località di cui veniva fornito anche il numero di abitanti residenti.

Insomma, la  Guida Michelin era un’ottima compagna di viaggio che inizialmente veniva offerta gratuitamente. Non si poteva ancora pensare ad un business visto che le automobili in tutta la Francia erano appena 3000. La svolta avvenne per caso. Si narra che Andrè Michelin in sosta dal benzinaio, notò che una pila di sue guide era utilizzata come spessore per ovviare alla mancanza di una gamba di un tavolo. La lungimiranza non mancava ad Andrè: era convinto che l’automobile avrebbe caratterizzato tutto il ‘900 e non si sbagliava. Decise allora di trasformare il piccolo libretto gratuito in una guida a pagamento.

Il calendario di MissAnnaD

Cosa vorresti leggere il prossimo mese?



    Spotify di MissAnnaD