Antonio La Rosa, Over and Over

by Anna D'Angelo

15.06.21

Con Antonio La Rosa è come ballare un tango 

Io ero certa che la mia penna sarebbe scivolata nuovamente sui suoi emozionanti capolavori, ve lo ricordate?
Quello straordinario direttore di orchestre colorate ed ondeggianti ad oli su tele, quel gentil vate che descrive perfettamente il presente e come vorrebbe il futuro attraverso modellate sculture che si trasformano in palazzi quasi umani…

“I suoi recenti capolavori sono il riassunto della sua maestria, nel 2019 forgia“Genius_l’Abbraccio” una scultura alta 7,5 metri di acciaio cor-ten a simboleggiare un abbraccio stretto tra arte e scienza, proprio come fanno due ballerini di tango.
Si erge verso l’infinito con eleganza e determinazione.
L’opera è vincitrice del concorso del comune di Vinci in occasione del quinto centenario della scomparsa di Leonardo Da Vinci.

genius-l'abbraccio-antoniolarosa

Il linguaggio nascosto nell’Anima 

Tra le sue recenti creature “danzanti”, come le definisce lui,  ci sublima con “Silenziose Parole”, un Acrilico su Tela che io ho eletto tra i miei preferiti!
Oscillanti ed ondeggianti balli romantici riportano in scena il desiderio di riavvicinare l’Amor Lontano.(Instagram)
Modellate sculture che si trasformano in palazzi quasi umani ed il suo straordinario desiderio di scoprire “l’animo che supera la logica rigidità della materia”! , il miglior modo per comunicare con eletta eleganza ed esperta determinazione!

In Mostra con Metropolis 0.1 fino al 22 giugno alla Galleria Pavart di Roma.

“Andiamo ad emozionarci ed entriamo in sintonia con la sua artistica lungimiranza, un tango che non ha mai fine…”
(scopri chi è Antonio La Rosa)

www.antoniolarosa.it

 

 

Antonio-la-rosa-atlantide-missannadPh: A.Mignogna

Silenziose-parole-acrilico-su-tela-di-antonio-la-rosa

 

Share

0 commenti

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

MissAnnaD

Un blog interattivo dove la scrittura è l’acquerello di tutte le nostre voci perchè scriviamo divertendoci e ci divertiamo scrivendo!
Buon viaggio in sinestesia con MissAnnaD

Se vuoi collaborare con noi

Iscriviti alla newsletter

Ascolta il mio Podcast 
“Raccontami una storia”

Identikit del mondo

Esplora la mappa

Il meglio del mese…

Film


Il Tutto Fare di V.Attanasio (Netflix)

________________

1917 di S.Mendes e K.Wilson Cairns(Netflix)

Serie TV

True Detective di Fukunaga e N.Pizzolato (Skygo)

———-

Echoes di V.Gazy (Netflix)

Viaggi


Corea del Sud

————-

Perù

————

Singapore

Ricette
Curiosità

Lo sapete come è nata la Guida Michelin?

La guida Michelin fu ideata da due fratelli, Édouard e André Michelin, nel 1898, nove anni dopo la fondazione dell’omonima Fabbrica di Pneumatici francesi. I due iniziarono quasi per gioco a redarre un piccolo breviario che rendesse più piacevole lo spostamento degli allora pochi automobilisti francesi.
Il piccolo libretto di quattrocento pagine, scritto dai fratelli Michelin, conteneva diverse informazioni: stazioni ferroviarie, medici e farmacisti, meccanici e benzinai, e naturalmente gommisti, collocati in almeno 2000 località di cui veniva fornito anche il numero di abitanti residenti.

Insomma, la  Guida Michelin era un’ottima compagna di viaggio che inizialmente veniva offerta gratuitamente. Non si poteva ancora pensare ad un business visto che le automobili in tutta la Francia erano appena 3000. La svolta avvenne per caso. Si narra che Andrè Michelin in sosta dal benzinaio, notò che una pila di sue guide era utilizzata come spessore per ovviare alla mancanza di una gamba di un tavolo. La lungimiranza non mancava ad Andrè: era convinto che l’automobile avrebbe caratterizzato tutto il ‘900 e non si sbagliava. Decise allora di trasformare il piccolo libretto gratuito in una guida a pagamento.

Il calendario di MissAnnaD

Cosa vorresti leggere il prossimo mese?



    Spotify di MissAnnaD