L’imprevedibilità di un cretino

by Anna D'Angelo

30.05.20

Un cretino resta un cretino fino a che non si trovi un valido rimedio scientifico.

La distribuzione dell’intelligenza è avvenuta in modo basico, lo dimostra il fatto che a tutti è stato donato un cervello con la possibilità di lavorare su entrambi gli emisferi che ne derivano.

La Teoria degli Emisferi

L’emisfero sinistro coinvolge quella che chiamiamo “intelligenza tecnica“, il cervello “ingegnere” che elabora il pensiero con logicità e ha un ruolo dominante sui processi linguistici e matematici.

L’emisfero destro coinvolge “l’intelligenza emotiva” responsabile di tutto ciò che si percepisce ed intuisce nell’ascolto ed osservazione: scrittori, attori, poeti, pittori e tutti coloro che sensibilmente comprendono le proprie emozioni e quelle degli altri.

Pare abbastanza scontato ma pur sempre vero che l’elemento di base a contraddistinguerli  sia la rapida o meno velocità di reazione tra l’ascolto, la ricezione e la rielaborazione del messaggio ricevuto. Ora, un cretino (Trailer dell’Esilarante Film “la cena dei cretini“) che insistentemente percorre una strada che non gli è consona perché contro un’etica morale altrui e contro una propria dignità, resta banalmente un cretino al quale spreco di tempo è il tentativo di insegnargli quanto sia fondamentale l’uso di entrambi gli emisferi!

Bontà e Cattiveria, perspicua antitesi!

Vorrei citare una celebre frase di Maksim Gorkij* “Un uomo buono può essere stupido e tuttavia rimanere buono. Ma un uomo cattivo non può assolutamente fare a meno di essere intelligente.” L’imprevedibilità dell’uno e la pronosticabilità dell’altro li rende facilmente distinguibili se non fosse che questa rincorsa al buon pastore, sia diventata il nuovo valore per cui scegliere “la bontà del pane” piuttosto che la “sofisticazione dell’acutezza“. Sempre che non ci si dimentichi che bontà e cattiveria nascono da un vissuto pregresso; un ‘educazione al collettivismo porta immancabilmente all’estensione dell’anima, contrariamente un insegnamento all’individualismo inaridisce la predisposizione che conserviamo di natura. Ciò non toglie a nessuno la possibilità di elargire quantità di “bonnes gestes” ed evitare di prendersi del cretino perché altruismo e umanità non sono sinonimo di cretineria e fragilità.

Non abbiate fretta nelle valutazioni ma non perdete tempo perché come diceva Edoardo De Filippo Ogni minuto muore un imbecille e ne nascono due.

 

* Letture consigliate: Maksim Gorkij scrittore russo autore del romanzo “La signorina e Lo Stupido”

Share
12 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments
Grande Anna… come sempre da che ci conosciamo! Emnauele
Grazie Ema!!!! Evviva l’arguzia!!!!!!
Brava Anna !
grazieeee
BELLISSIMAAAAAA ah ah ah condivido!!!!
Ahahahah grazie!!!!!
oggi fa caldo la mia tolleranza ai cretini è men che zero!!!!!
Stavolta ho riso ( di gusto!) perchè abbiamo a disposizione , cara “ little sister”, un bel FILE di cretini che “fanno” i cattivi per non sembrarlo. Dissento però sul “cattivo che non può non essere intelligente” . Perché se lo fosse avrebbe già intuito che percorre la strada di una vita indirizzata verso il collo dell’imbuto. Che scelleratezza rimanere incastrati in fondo!!!! Un bacio e su di te la protezione di Wakan Tanka ! (Per i comuni mortali Manitou )
ahahahah bè caro big brother a volte si è così superficiali da diventar cretini e si perde il contatto con la realtà!
peccato che quei soggetti abbiamo perso la cosa più importante della loro vita! l’essenza dei propri figli!
Grazie di quella grande protezione…Wakan Tanka mi piace molto!!!! un bacio grande!!!!
La cena dei Cretini e un film Stratosferico……detto questo i cretini ormai credono di essere intelligenti ma io che ogni tanto posso fare il cretino so che sbagliano
ahahaha film divertentissimo e tu…puoi farlo perché non lo sei!!!!
Come mi piace leggere le tue riflessioni!
Brava!
grazieeee!!!!! mille baci!!!!!

MissAnnaD

Un blog interattivo dove la scrittura è l’acquerello di tutte le nostre voci perchè scriviamo divertendoci e ci divertiamo scrivendo!
Buon viaggio in sinestesia con MissAnnaD

Se vuoi collaborare con noi

Iscriviti alla newsletter

Ascolta il mio Podcast 
“Raccontami una storia”

Identikit del mondo

Esplora la mappa

Il meglio del mese…

Film


Il Tutto Fare di V.Attanasio (Netflix)

________________

1917 di S.Mendes e K.Wilson Cairns(Netflix)

Serie TV

True Detective di Fukunaga e N.Pizzolato (Skygo)

———-

Echoes di V.Gazy (Netflix)

Viaggi


Corea del Sud

————-

Perù

————

Singapore

Ricette
Curiosità

Lo sapete come è nata la Guida Michelin?

La guida Michelin fu ideata da due fratelli, Édouard e André Michelin, nel 1898, nove anni dopo la fondazione dell’omonima Fabbrica di Pneumatici francesi. I due iniziarono quasi per gioco a redarre un piccolo breviario che rendesse più piacevole lo spostamento degli allora pochi automobilisti francesi.
Il piccolo libretto di quattrocento pagine, scritto dai fratelli Michelin, conteneva diverse informazioni: stazioni ferroviarie, medici e farmacisti, meccanici e benzinai, e naturalmente gommisti, collocati in almeno 2000 località di cui veniva fornito anche il numero di abitanti residenti.

Insomma, la  Guida Michelin era un’ottima compagna di viaggio che inizialmente veniva offerta gratuitamente. Non si poteva ancora pensare ad un business visto che le automobili in tutta la Francia erano appena 3000. La svolta avvenne per caso. Si narra che Andrè Michelin in sosta dal benzinaio, notò che una pila di sue guide era utilizzata come spessore per ovviare alla mancanza di una gamba di un tavolo. La lungimiranza non mancava ad Andrè: era convinto che l’automobile avrebbe caratterizzato tutto il ‘900 e non si sbagliava. Decise allora di trasformare il piccolo libretto gratuito in una guida a pagamento.

Il calendario di MissAnnaD

Cosa vorresti leggere il prossimo mese?



    Spotify di MissAnnaD