Orientandomi

by Anna D'Angelo

06.07.18

Indonesia e Singapore

Una scuola di vita

Ci sono luoghi che raggiungono la tua anima e non te ne separi più, restano per sempre parte della tua esistenza! La sensazione che siano luoghi a te destinati da sempre, ti capita di leggerlo guardando il cielo. Ci sono voci animate dal movimento del vento, formano dei riccioli di discorsi ma io vi giuro che non sono volgari nuvole, è la trascendenza di chi prima di noi ne ha vissuto pienamente.

A Bali ho imparato a fidarmi e a stare vicino alle persone, una sensibilità che ti apre le porte del paradiso e se il paradiso non c’è ti permette di donare in eredità un karma straordinario!

Ho imparato l’importanza del saluto al Sole, una pratica Yoga favolosa, con un profondo significato filosofico e devozionale, un ringraziamento al nuovo giorno. 

Ho imparato ad ascoltare e a sospendere il giudizio.

Ho imparato a rispettare il mio corpo come fosse il trofeo della mia esistenza.Tempio Ulun Danu Bratan

C’è un luogo di pace e di energia luminosa all’interno dell’isola di Bali, a Ubud.  Si chiama SoulShineBali , solo a pronunciarlo quel nome ha un potere di riequilibrio dell’Anima! E’ l’oasi di Michael Franti, rapper e poeta statunitense. Le sue mani sono la rappresentazione del suo cuore e di più non voglio dirvi, lo dovete conoscere! Lì il mal d’amore svanisce e si trasforma in solletico d’amore!

A Singapore ho imparato il concetto di serietà e l’eleganza di ogni atto compiuto.

Ho imparato la linearità dellarte che ha un sottile confine con la stravaganza.

Nel Borneo ho imparato a piangere senza vergognarmi e a ridere di me.

Questo nient’altro è che  l’incrocio dei cinque sensi, la contaminazione sensoriale! Ascoltando ogni segnale che il nostro corpo ci manda, scopriamo la prima parte della sinestesia, da musiche che associamo a colori, dai profumi ai sapori ed infine superfici da toccare. L’Oriente è il primo posto dove la sinestesia fa il suo percorso indisturbatamente.

Video: Un assaggio di Oriente 

 

 

Share

6 Commenti

  1. Manu
    Anna bravissima! Un bacio
    Rispondi
    • Anna
      Ciao Manu grazie!!!!!
      Rispondi
  2. Antonio
    Dove nasce il sole
    Rispondi
    • Anna
      si…la meraviglia….
      Rispondi
  3. Andrea
    Mi hai fatto venire voglia di scoprirlo! Grazie!
    Rispondi
    • Anna
      Allora parti e vai e se avrai bisogno di qualche consiglio su dove come e quando scrivimi!
      Rispondi

Invia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

MissAnnaD

Un blog interattivo dove la scrittura è l’acquerello di tutte le nostre voci perchè scriviamo divertendoci e ci divertiamo scrivendo!
Buon viaggio in sinestesia con MissAnnaD

Se vuoi collaborare con noi

Iscriviti alla newsletter

Ascolta il mio Podcast 
“Raccontami una storia”

Identikit del mondo

Esplora la mappa

Il meglio del mese…

Film


Il Tutto Fare di V.Attanasio (Netflix)

________________

1917 di S.Mendes e K.Wilson Cairns(Netflix)

Serie TV

True Detective di Fukunaga e N.Pizzolato (Skygo)

———-

Echoes di V.Gazy (Netflix)

Viaggi


Corea del Sud

————-

Perù

————

Singapore

Ricette
Curiosità

Lo sapete come è nata la Guida Michelin?

La guida Michelin fu ideata da due fratelli, Édouard e André Michelin, nel 1898, nove anni dopo la fondazione dell’omonima Fabbrica di Pneumatici francesi. I due iniziarono quasi per gioco a redarre un piccolo breviario che rendesse più piacevole lo spostamento degli allora pochi automobilisti francesi.
Il piccolo libretto di quattrocento pagine, scritto dai fratelli Michelin, conteneva diverse informazioni: stazioni ferroviarie, medici e farmacisti, meccanici e benzinai, e naturalmente gommisti, collocati in almeno 2000 località di cui veniva fornito anche il numero di abitanti residenti.

Insomma, la  Guida Michelin era un’ottima compagna di viaggio che inizialmente veniva offerta gratuitamente. Non si poteva ancora pensare ad un business visto che le automobili in tutta la Francia erano appena 3000. La svolta avvenne per caso. Si narra che Andrè Michelin in sosta dal benzinaio, notò che una pila di sue guide era utilizzata come spessore per ovviare alla mancanza di una gamba di un tavolo. La lungimiranza non mancava ad Andrè: era convinto che l’automobile avrebbe caratterizzato tutto il ‘900 e non si sbagliava. Decise allora di trasformare il piccolo libretto gratuito in una guida a pagamento.

Il calendario di MissAnnaD

Cosa vorresti leggere il prossimo mese?



    Spotify di MissAnnaD